Consigli per prenotare da soli un viaggio oltreoceano


Le persone si chiedono spesso come si possa prenotare e organizzare da soli un viaggio in luoghi tanto lontani dall’Europa. Sento pronunciare sempre più le classiche domande: “Hai prenotato da internet?! Non hai paura di fregature? Vai così lontano?! E se non capissero l’Inglese? E se dovessi perderti?”

Personalmente ritengo che organizzare tutto da soli sia a dir poco elettrizzante! E’ un po’ come disegnare e cucire per sé un abito su misura: solo voi potete sapere cosa va bene per voi e cosa no.

Se volete cercare di comprendere anche solo un po’ il mio “folle” punto di vista o siete tentati dal fai-da-te ma, nello stesso tempo, ancora timorosi, continuate a leggere per conoscere i miei consigli (pochi ma buoni) per prenotare da soli un viaggio oltreoceano.

1) Consultare il sito www.viaggiaresicuri.it: prima di decidere la meta del prossimo viaggio, è sempre meglio informarsi sulle condizioni politiche del paese d’interesse. Inoltre, il sito fornisce indicazioni sulla documentazione necessaria per il soggiorno (per es. solo passaporto o passaporto accompagnato dal visto), la situazione sanitaria e la sicurezza in generale.

2) Informarsi sulle condizioni climatiche. Anche se, a mio parere, il clima è imprevedibile, volete mettere che dopo dodici ore di volo, due treni e un autobus (così, per dire), arrivate sul posto per scoprire che è devastato da un’alluvione?

3) Se il vostro viaggio prevede molte tappe, potete servirvi di siti di ricerca quali skyscanner, eDreams e affini per prenotare voli multiscalo. Consiglio: nel momento della prenotazione di voli multiscalo fare ESTREMA ATTENZIONE ai fusi orari.

Se nel vostro viaggio sono previsti voli andata/ritorno, si consiglia di non inserirli nella ricerca dei voli multiscalo ma di prenotarli a parte: ho notato che il prezzo dei voli a/r risulterà più contenuto. A questo punto, conosciuta la compagnia aerea che esegue la tratta a/r grazie ai siti di ricerca, si può pensare di prenotare il volo più opportuno sul sito stesso della compagnia.

4) Qualche tempo dopo aver portato a termine la prenotazione, suggerisco di contattare la compagnia aerea con la quale si farà il tragitto più lungo: non solo per la conferma della prenotazione, ma anche per accertarsi che la prenotazione risulti unica e che non sia necessario recuperare il bagaglio ad ogni scalo.

5) Prima di partire, stipulare SEMPRE un’assicurazione sanitaria. In molti sottovalutano questo aspetto del viaggio, fin quando non capita loro qualcosa di spiacevole che indurrà, oltre che preoccupazioni, anche la riduzione delle dimensioni del portafogli.

6) Anche se alla fine deciderete di affidarvi ad un’agenzia di viaggi, STUDIATE BENE il luogo in cui andrete. La preparazione di un itinerario di viaggio è fondamentale, compresi gli spostamenti in città e da/per aereoporto. In questo modo, il tempo risparmiato potrà essere speso immergendosi nell’atmosfera cittadina, passeggiando per le strade e osservando le abitudini della gente del posto. Trovo sia alquanto affascinante! 😉

 

 

Se vi va di sapere come me la sono cavata durante questi anni di viaggi fai-da-te, visitate il mio blog marythetraveler.altervista.org, dove troverete miei itinerari con tanto di foto allegate e altri consigli utili a riguardo.

You might also like: