6 motivi per cui è meglio essere al verde – o, perché amo l’Umbria

Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”.

C. Pavese, La luna e i falò, 1950

Il  #Washington Post# (http://www.washingtonpost.com/lifestyle/travel/in-umbria-the-poor-mans-tuscany-you-can-live-like-a-king/2013/11/07/54969288-40e3-11e3-a624-41d661b0bb78_story.html) ha descritto l’Umbria come “la Toscana dei poveri” ma ha anche ammesso che se le cose stanno veramente così “forse è meglio essere al verde”. Il fotografo di fama mondiale Steve Mc Curry l’ha definita  “sensazionale” e l’ha ritratta in una collezione di foto eccezionali.

Tutti impariamo ad amare la nostra terra d’origine, e se vieni dall’Umbria questo compito non è difficile. Essendo una moderna nomade, ho passato svariato tempo all’estero. Nei periodi non-so-cosa-fare-della-mia-vita, tornare nel mio paesino è stato un modo di riflettere su quale via intraprendere (e anche per risparmiare in vista della mia successiva avventura, qualunque essa sarebbe stata).

Qui di seguito riporto alcuni dei motivi per i quali amo vivere in Umbria:

1. Natura
La natura è ovunque, basta guardarsi intorno per essere accecati dal verde intorno a te.

IT umbria intext1

Le strade del profumo: Viaggio da Pisa ad Assisi andata e ritorno

 

 

2. Atmosfera mistica
L’Umbria è il luogo di nascita di San Francesco d’Assisi e di San Benedetto da Norcia, rispettivamente patrono d’Italia e d’Europa. Che tu sia credente o meno, questa atmosfera mistica si manifesta in un sentimento religioso più ampio, una ricerca interiore. Le colline umbre e il paesaggio ti permettono di fare lunghe passeggiate con la sola compagnia dei suoni della natura.

 

  

 IT umbria intext3

 

3. Borghi medievali
Città medievali sono sparpagliate in tutta la regione: Assisi, Perugia, Spoleto, Orvieto, Gubbio sono le più famose. In ogni città si svolge una festa di rievocazione storica durante l’anno.

 

 

 

 

IT umbria intext4

 

 

 

4. Umbria Jazz
Umbria Jazz è un festival di musica jazz che si tiene a Perugia nel mese di luglio. Artisti da tutto il mondo contribuiscono a creare una grande atmosfera.

 

 

 

Minolta DSC

 

 

 

 5. Vino
Colline quindi vigneti quindi vino. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

 

 

 

 

 IT umbria intext6

 

6. Cibo
Ultimo ma non per importanza, il cibo. I prodotti locali sono deliziosi. Le verdure provengono dall’orto dei nonni, la carne dalle battute di caccia degli zii, e via dicendo. Fatto in casa, fresco, locale: come non amare il cibo umbro? Ecco la foto del mio fungo preferito, il porcino (è un peccato che non ne possiate sentire l’odore):

 

 

 

[English]

You might also like: