Amsterdam, una gita al sapor di funghi

Ultimamente sono stata ad Amsterdam per una vacanza durante il finesettimana. Con tre giorni a disposizione non abbiamo avuto molto tempo, per cui abbiamo cercato di fare e vedere tutto il possibile in questi tre giorni. Appunto, PROVATO.

Alla fine abbiamo fatto solo un paio di cose, che non è poi così male considerando che eravamo un gruppo di ragazzi che rincasano tardi dopo le feste notturne 🙂

Ecco quindi cosa siamo riusciti a combinare:

– Tour dell’Heineken: probabilmente sapete che questa è la città natale della famosa birra, più che naturale quindi che ci sia un museo interattivo ad essa dedicato. Interattivo? Esatto, perché compreso nel biglietto c’erano due birre ed un cinema 4D, dove abbiamo potuto sentire come producono la birra. Inoltre, con lo stesso biglietto abbiamo usufruito di un breve giro in barca sui canali di Amsterdam con tanto di guida. Ma attenzione, potreste perdervi qualche parte di spiegazione dato che i movimenti lenti e cullanti della barca pare abbiano poteri “addormentanti” 😀 (ed infatti alcuni miei compagni di viaggio si sono fatti una pennichella!).

– Tour guidato gratis: una ragazza simpatica e spiritosa ci ha guidato attraverso le strade della città, nel bel mezzo della pioggia (eh già, Amsterdam è una città alquanto piovosa). Ci ha spiegato anche qualcosa sulla storia della capitale olandese, compresi alcuni aneddoti sulla zona a luci rosse. Ve lo consiglio anche se piove, perché vale proprio la pena.

– La scritta I AMsterdam: si trova vicino al museo di Van Gogh ed è un buon punto per fare foto divertenti. Sempre affollato.

– Cercare di evitare ciclisti pazzi! L’Olanda è il paradiso dei ciclisti essendo letteralmente permeata di piste ciclabili. E solo ad Amsterdam ci sono due biciclette per ogni abitante. Ecco perché ci sono bici ovunque, e sembra che non apprezzino molto i turisti! 🙂 Fate quindi molta attenzione quando andate in giro a piedi.

– Coffe shop: è questo il nome dato ai “bar” che vendono droga (tipicamente marijuana). Se ne trovano diversi tipi: spinelli, dolcetti, funghi magici… sono illegali in qualche modo, ma sono tuttora venduti e sembra ci sia una tolleranza implicita a riguardo. Non mi è chiaro se la cosa sia legale o meno in Olanda, ma per certo non si tratta di cose che possono passare le dogane.

– Discoteche e locali: alcuni sono situati nel quartiere a luci rosse, altri nel centro città. Ma solitamente l’entrata è a pagamento.

Comunque anche camminando senza meta, incapperete nelle famose case con lo stile particolare di Amsterdam, e nella rete capillare di canali cittadini. Un ottimo posto per fare una passeggiata o rilassarsi nel verde sono i parchi urbani.

Sei mai stato ad Amsterdam? Hai mai fatto una delle cose descritte qui sopra? 🙂

[English]

You might also like: