GRIGLIATA SUL BALCONE? AFFITTA UN GIARDINO!

Se vi capitasse di sorvolare qualche città tedesca o di fare un viaggio in auto attraversando qualche stato dell’Europa settentrionale potrebbe capitarvi di scorgere un paesaggio del genere:

IT gardens in text 2

Casette dei sette nani? Villette in miniatura costruite in mancanza di spazio? Siete fuori strada. Si tratta dei cosiddetti allotment gardens, meglio conosciuti in tedesco come Schrebergarten. Sono grandi appezzamenti a ridosso delle zone urbane gestiti da associazioni. Il concetto è molto semplice: dietro pagamento di un canone ciascun membro della comunità ha diritto ad una parte di terreno che può gestire in modo indipendente. Non si tratta di una nuova moda, infatti già nell’800 gli operai del Belgio e dei Paesi Bassi si dedicavano nel tempo libero alla coltivazione di questi terreni per supplire alla scarsità di cibo nelle città industriali. Furono un grande aiuto per le famiglie anche in periodo di guerra, potendo così sfamarsi con ortaggi e frutta ovviare almeno un poco alla terribile fame che colpì soprattutto le città più grandi.
Oggi gli abitanti delle città possono disporre di queste aree verdi per dedicarsi al giardinaggio, alla coltivazione di un orto, o per organizzare barbecue nel fine settimana … sicuramente più piacevole che sul balcone in centro (ammesso che ne abbiate uno). Cosí anche i bambini di città possono giocare nel verde e imparare insieme ai grandi come curare e tutelare l’ambiente. Perché non iniziare questo trend anche nella vostra città? Molte comunità sono già nate anche in Italia. Sentendo parlare di Km Zero, Slow Food… questo fa decisamente eco-chic!

[English]

You might also like: