Nati per correre

IT running cover englishMolte persone praticano la corsa per tenersi in forma, per allenarsi, per scaricare la tensione. Eventi sportivi come la maratona di New York vengono seguiti in tutto il mondo e attirano partecipanti da ogni angolo del globo. Tutti conoscono le prodigiose gesta di Jesse Owens, di Asafa Powell e di Usain Bolt. Ma quanti di voi hanno sentito parlare delle doti sovraumane dei Tarahumara?
Tra di loro si chiamano Rarámuri, “piede leggero”. Loro sono nati per correre. Questo popolo vive da centinaia di anni nei territori di Chihuahua, nel Messico settentrionale. L’origine della loro resistenza nella corsa nasce dalle necessità di coprire le distanze tra gli insediamenti, oggi come allora, di cacciare animali per sfinimento, inseguendoli.
La prima cosa straordinaria è che possono correre oltre 300 km di distanza in due giorni. Come da Milano a Firenze per intenderci. L’altra cosa straordinaria è che lo fanno a piedi nudi, o al massimo con rudimentali sandali realizzati con copertoni. Tutti fra i Tarahumara corrono: uomini, donne, anziani. E nella maniera più naturale possibile: niente tenuta sportiva, scarpe super ammortizzate, integratori di sali minerali. La loro dieta a base di fagioli e birra di mais gli permette di battere i più grandi runners. E chi l’ha detto che la birra fa ingrassare?

[English]

You might also like: