Padova: la “Only kiss + park” esalta l’arte degli arrivederci

Quante volte vi siete trovati a pensare “se solo avessi avuto un minuto in più a disposizione”?

Tranquilli, questo articolo non tratterà di addii, ma solo di arrivederci. Più precisamente parliamo di quegli arrivederci accompagnati da un bacio, o due, o cento.

Forse ai più duri non sarà mai capitato, ma sicuramente i più dolci e innamorati tra noi spesso si saranno posti questa domanda.

Ammettiamolo, per quanto si possa essere abituati a viaggiare, dire “arrivederci” ai propri cari, soprattutto al proprio partner, è sempre triste, specialmente se non si ha il tempo di farlo come si vorrebbe. Troppe volte ci è capitato di accompagnare ed essere accompagnati in stazione o in aeroporto e la storia si ripete inevitabilmente: non si trova parcheggio; ci si deve fermare in doppia fila, il che comporta solitamente una bella dose di nervosismo (ancora meglio se al mattino, così si comincia bene la giornata!); si scaricano le valigie in tutta fretta e puntualmente, al momento di salutarsi, si viene interrotti dal clacson della macchina di fianco, dall’imprecazione di chi non riesce a uscire dal parcheggio o, peggio ancora, da un “amichevole” vigile che vi intima di sloggiare prima di essere costretti a pagare gli interessi del biglietto del viaggio.

Per ovviare a queste scomode situazioni, finalmente sbarca in Italia una delle invenzioni scandinave che ha fatto più furore negli ultimi anni.

Padova. Stazione centrale. Ottobre 2013. Fotocamere e sguardi puntati sulla grande scritta bianca dipinta sul manto stradale che recita: “Only kiss + park”.

E’ questo il nome attribuito alla nuovissima corsia preferenziale ideata dal vice sindaco padovano e fatta creare proprio davanti alla stazione centrale. Preferenziale sì, ma perché?

file0001100827263
Perché la “Only kiss + park”, che ha mantenuto l’originale nome inglese, è una corsia creata apposta per quelle persone che di baci non ne hanno mai abbastanza. La corsia, che si prolunga fino quasi all’entrata del terminal, permette agli utenti di sostare, scaricare le valigie e poi salutarsi come si deve, prima di lasciare spazio ai prossimi “baciatori”. Disponibile per un tempo massimo di 15 minuti, pena la multa, questa corsia evita che gli innamorati appaiano come piovre indemoniate mentre cercano di approfittare dei pochi secondi che hanno a disposizione, che le mamme debbano fare le loro raccomandazioni come se stessero leggendo il libretto illustrativo di un farmaco e che il traffico si blocchi a causa di questo disperato e tradizionale “rituale”. Obiettivo principale del vice sindaco, infatti, quello di ridurre al minimo gli ingorghi che venivano spesso a crearsi di fronte alla stazione, e forse anche quello di attirare un po’ più di attenzione sulla città di Padova, che presto probabilmente sarà conosciuta da tutti come “la città degli innamorati che si baciano prima di salutarsi”.

Si spera che i sostenitori di questa maniera di preservare l’arte del “dire arrivederci” spargano la voce di modo che la politica della “Only kiss + park” possa essere applicata in altre regioni italiane, anche e soprattutto – come già avviene in Scandinavia – davanti ad aeroporti, scuole e porti.

Quindi mi raccomando gente, almeno per ora, meno baci e più propaganda!

[English]

You might also like: