Quanto è strana la tua lingua?

Hai mai pensato alla tua lingua dal punto di vista di uno straniero?
Quando ci si trova nel proprio paese non si presta molta attenzione alla propria lingua, è sufficiente usarla. La cosa importante è comunicare un messaggio, sia in modo semplice che più elaborato.

Ma immagina una persona che impara la tua lingua e dice cosa ne pensa; potrebbe far notare i seguenti punti:

– Pronuncia: esiste una regola che permetta di capire come pronunciare le parole (ad es. accenti)?

– Struttura della frase: come si posizionano soggetto, verbo e predicato?

– Genere: come capire se una parola è maschile o femminile?

– E ancora più importante: le eccezioni alla regola!

E’ molto più facile prestare attenzione a questi elementi quando si impara una nuova lingua.

Tuttavia quando si studia la propria lingua a scuola eccome se si fa attenzione alla grammatica, la pronuncia e tutto il resto. Ma gli anni passano, e una volta imparato a parlare correttamente a parlare, la lingua non è più un problema ed è quasi un qualcosa di automatico, uno strumento per tradurre i propri pensieri in parole. E così non si fa più caso a quanto sia stato difficile studiare la propria lingua.

Al contrario, un amico straniero che studia la tua lingua dedica tempo ed attenzione alla grammatica e agli altri elementi strutturali, che per lui magari sono così diversi dalla sua lingua. Quando esprime il suo punto di vista, magari su uno dei punti elencati sopra, si potrebbe rimanere colpiti da queste osservazioni. Infatti per un madrelingua la cosa è alquanto automatica e si può non aver mai pensato a quanto possa essere difficile capire come pronunciare bene una parola, o scrivere una frase con la giusta struttura. Esiste davvero una regola per ognuna di queste cose?

Ci avevi mai pensato? Qual è la cosa più difficile secondo te dell’Italiano per uno straniero?

[English]

You might also like: