Un caffè, per favore!

Quanti italiani ogni giorno inorridiscono guardando i turisti straniere pasteggiare a cappuccino, oppure ordinare un “latte macciato” dopo cena…

Cappuccino, latte macchiato e simili sono ammessi solo per colazione, e pertanto sono consumabili solo prima delle undici di mattina. In Italia il caffè è qualcosa di più di una semplice bevanda,e pertanto ci sono precise regole da rispettare, sia nel prepararlo in casa che nell’ordinarlo al bar.

“Sul becco [della caffettiera napoletana] io ci metto questo “coppitello” (cappuccio) di carta [in modo che] il fumo denso del primo caffè che scorre, che è poi il più carico non si disperde. Come pure …prima di colare l’acqua, che bisogna farla bollire per tre quattro minuti, per lo meno, …nella parte interna della capsula bucherellata, bisogna cospargervi mezzo cucchiaino di polvere appena macinata, …in modo che, nel momento della colata, l’acqua in pieno calore già si aromatizza per conto suo.”
[Eduardo de Filippo, “Questi fantasmi” 1945]

Mentre all’estero il caffè è una bevanda lunga da sorseggiare, in Italia da sempre resiste la tradizione dell’espresso, fatto con la macchina o con la moka, bevuto al bar o a casa, al tavolo o in piedi. Sono tante le motivazioni che spingono gli italiani a prendere il caffè, dalla ricerca di un buon risveglio la mattina al desiderio di fare una piccola pausa.

Il video riprende una serie di spot di una famosa marca di caffè, che da anni accompagna le vite degli italiani. Già ai tempi del carosello, anche se con marchio diverso, quello stesso caffè era pubblicizzato da una serie di spot molto popolari, di cui qui di seguito uno dei tanti episodi:

You might also like:

  • Sorry, but we couldn't find anything useful.