Un giorno in Umbria

[English]


Che cosa mangeresti se ti trovassi un giorno intero in Umbria, il cuore verde d’Italia?

La cucina italiana è molto ricca e varia di regione in regione. L’Umbria è famosa, ad esempio, per la selvaggina, l’olio d’oliva, i tartufi e tutta una vastissima serie di prodotti provenienti dai boschi delle vastissime zone verdi della regione. Chiaramente ognuno di questi prodotti è sempre accostato ad uno dei tantissimi tipi di pasta, è usato come ingrediente nelle varianti regionali della pizza o è preparato con i condimenti più comunemente usati nel Bel Paese, quali olio d’oliva, rosmarino, basilico, salvia, alloro, prezzemolo.

Un piatto tipico umbro molto amato sono le penne alla norcina. Questo piatto a base di pasta è un esempio perfetto di cucina umbra poiché viene preparato con panna, tartufi e salsicce. Questi ultimi due ingredienti sono delle specialità regionali molto apprezzate in tutto il mondo. I tartufi provengono da una piccola cittadina umbra, Norcia che è anche famosa per la varietà di insaccati preparati con la carne di maiale.

In Umbria, infatti, sono proprio pasta e insaccati, accompagnati dalle verdure regionali ad occupare una posizione preminente nei pasti nel corso della giornata. Ecco allora cosa mangeresti se decidessi di trascorrere un giorno in Umbria.

Colazione

Cornetto e cappuccino. Le varianti sono costituite da espresso o espresso macchiato e biscotti (se si fa colazione a casa).

Pranzo

Pasta!! Qualche tempo fa parlando con alcuni amici tedeschi di ritorno da un viaggio in Italia mi sono trovata a dover spiegare perché ogni giorno si siano trovati davanti un piatto di pasta al pomodoro. Tutti associano l’Italia alla pasta, tutti conoscono la carbonara, l’ arrabbiata (anche se io ancora devo trovare un ristorante fuori dall’Italia che sa scriverlo bene) e il ragù alla bolognese e nonostante ciò gli stranieri si stupiscono ancora se a pranzo in Italia per due settimane si trovano a mangiare la pasta!

Cena

In genere ci si tiene più leggeri per cena e si sceglie una buona minestra o zuppa di verdura o legumi e un bel piatto di affettati (prosciutto, salame, mortadella, capocollo, ecc…) magari accompagnati da formaggi e verdure.

Naturalmente andare fuori a cena significa mangiare molto di più e più vario (nella maggior parte dei casi carne arrosto, se l’opzione pizza è stata scartata). Mangiare fuori significa accompagnare alle specialità tipiche almeno due diverse bottiglie di vino, magari un bianco per cominciare e un rosso per gustare ancora meglio il sapore inteso della selvaggina e significa chiudere la cena con un buon dessert, che nella maggior parte dei casi è un Tiramisù!

Testa la tua conoscenza della pasta italiana con il quiz Italian Pasta

You might also like:

3 thoughts on “Un giorno in Umbria”

  1. Pingback: A day in Umbria - Lexiophiles

  2. Ciao Letizia, l’articolo è interessante, ma vorrei fare una precisazione-da umbra- riguardo alla pasta alla norcina. Il tartufo piu’ frequente nella zona di Spoleto-Foligno-Spello e Valnerina (Norcia) è quello nero ed è impossibile unirlo alla panna, ma va aggiunto ad olio scaldato con un po’ d’aglio e poi versato su spaghetti o linguine. La a pasta alla norcina, generalmente, è con panna e salsiccia; se l’hai mangiata con il tartufo, si tratta di quello bianco, più tipico della zona di Città di Castello (nord Umbria)e del perugino.

Comments are closed.