Viaggio nelle Alpi; informazioni generali sulla Valle d’Aosta, parte 2

Come abbiamo già detto nell’articolo precedente , la Valle d’Aosta è l’angolo nord-occidentale dell’Italia con un’altitudine media di 2000 metri e l’1% della sua superficie.

Ma perché mi metto a scrivere a proposito di questa piccola e insignificante regione? A parte il fatto che si tratta di casa mia, vi dirò che è stata molto importante in passato a causa dei suoi passi che permettono di raggiungere in poche ore la Francia e la Svizzera.

La colonizzazione romana, che ha lasciato l’impronta più visibile su questo territorio, è stata lunga e atroce. Infatti, le popolazioni che vivevano in Valle d’Aosta erano principalmente dei gruppi di celti, che spinti sulle montagne dai romani vi si stabilirono e ne diventarono i signori. La guerra per la conquista di questo punto strategico delle Alpi durò anni, tra guerriglie e attacchi a carovane romane; fino a che Giulio Cesare non annientò definitivamente questa popolazione: si contarono circa 30.000 vittime e tutti i prigionieri furono venduti come schiavi nel sud dell’Europa.

Una soluzione drastica, ma che permise ai romani di espandersi attraverso la costruzione della “Strada Romana delle Gallie” e, con l’incoronazione di Ottaviano Augusto, di diventare un impero leggendario.

Nulla è per sempre, quindi alla caduta dell’impero romano le popolazioni franche e germaniche si alternarono in questa valle di montagne, e così via per secoli e secoli.

Le invasioni, sono oggi la carta vincente che la valle potrebbe giocare: infatti, il susseguirsi di popolazioni di lingue ha lasciato molti segni nel paesaggio e nella cultura. Le attrazioni che questo luogo offre passano da rovine romane (in luoghi che non crederesti), castelli, paesaggi incontaminati e vergini; e ovviamente l’alpinismo qui nasce e cresce, e si propaga per tutto il mondo.

Senza considerare la cucina e le manifestazioni, la Valle d’Aosta offre luoghi magici e attrazioni anche per giovani in cerca di un brivido e di adrenalina come le vie ferrate, arrampicata, o semplicemente un po’ di rafting…

Se volete prendere due (o più) piccioni con una fava, in una vacanza, provate a fare un giro da queste parti: non è mai troppo tardi per innamorarsi.

Ah, mi stavo quasi per dimenticare, in questo periodo sulla rete vengono scelti i 100 migliori blog per gli amanti della lingue. Quindi non perdetevi il verdetto finale e se avete un vostro blog o sito, op volete solo saperne di più date un’occhiata qui.


[English]

You might also like: